Navigazione Mappa Distribuzione Gas Acqua Igiene Ambientale Teleriscaldamento
 
Ti trovi in: Aspem Azienda Attività Igiene Ambientale | Presentazione Servizio Igiene Ambientale

Presentazione Servizio Igiene Ambientale 

Abitanti serviti 150.100
 Comuni serviti Cliccare sul comune per visualizzare il calendario raccolte:

Binago, Cagno, Cantello, Casciago, Solbiate, Varese, Arcisate, Induno Olona, Porto Ceresio, Bisuschio,
Comerio, Luvinate, Barasso, Gavirate, Malgesso, Monvalle, Leggiuno, Sangiano

 ASPEM svolge i servizi di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati agli urbani nei Comuni di Varese, Binago, Cagno, Cantello, Casciago, Solbiate, Arcisate, Induno Olona, Porto Ceresio e Bisuschio.
Dal 1° di febbraio 2016 a Bisuschio e Porto Ceresio il servizio di raccolta rifiuti sul territorio è svolto in subappalto da Econord S.p.A.
Dal 1° marzo 2016, ASPEM svolge il servizio igiene urbana anche nella "Convenzione dei rifiuti di Sesto" per i Comuni di Comerio, Luvinate, Barasso, Gavirate, Malgesso, Leggiuno, Sangiano e Monvalle in qualità di società mandante dell'ATI costituito con Econord S.p.A., Iseda S.r.l. e Tramonto Antonio S.r.l.
Altri link di interesse della Convenzione dei rifiuti di Sesto: facebook e twitter.
L’attività principale del servizio riguarda la raccolta dei rifiuti ed il loro trasporto a recupero e smaltimento.
Gli impianti a cui ASPEM consegna le differenti tipologie di rifiuti, raccolti separatamente, possiedono alcune o tutte le certificazioni ISO (9001, 14001, 18001 e EMAS).
Oltre ai più noti materiali raccolti a domicilio (carta, vetro, umido e multimateriale), anche quelli conferiti direttamente dal cittadino ai Centri di Raccolta vengono avviati ad impianti di riciclo con recupero di materie prime o di energia elettrica o termica.
Le percentuali di raccolta differenziata nei Comuni serviti da ASPEM sono, al 31.12.2016:

  • Varese - 62,92%
  • Binago - 71,14%
  • Cagno - 68,90%
  • Cantello - 67,28%
  • Casciago - 70,16%
  • Solbiate - 57,43%
  • Induno Olona - 71,52%
  • Arcisate - 73,78%
  • Porto Ceresio - 73,61%
  • Comerio - 75,25%
  • Luvinate - 81,02%
  • Barasso - 73,18%
  • Gavirate - 75,66%
  • Malgesso - 74,40%
  • Leggiuno - 76,58%
  • Sangiano - 72,19%
  • Monvalle - 71,73%

Cosa accade dopo che i mezzi ASPEM hanno scaricato nei vari impianti la raccolta differenziata fatta dai cittadini dei Comuni serviti? Cosa fanno gli impianti delle tipologie dei rifiuti ricevute?

Rifiuto Recupero di Materia Prima o Produzione di Energia
Umido domestico Recupero in impianto di biodigestione anaerobica con produzione di gas metano e, mediante motore termico a ciclo otto, energia elettrica.
Vetro Selezione e trattamento finalizzati al recupero di rifiuti vetrosi da avviare a riciclo presso industria vetraria.
Imballaggi in plastica e in metallo (multimateriale) I sacchi contenenti i 2 materiali vengono aperti e si procede alla cernita e selezione del materiale. I consorzi di filiera ritirano le diverse frazioni selezionate: COREPLA ritira gli imballaggi in plastica, CIAL i metalli non ferrosi (alluminio) e il CNA i metalli ferrosi (banda stagnata). Di tutto il materiale raccolto nel 2013, l'86% è stato inviato a recupero.
Carta e Cartone con il Tetra Pak (dal 1° gennaio 2016) L'impianto procede alla selezione, cernita e quindi all'invio alle cartiere.
Le cartiere, vere e proprie impianti industriali, trasformano carta e cartone in carta a cartone riciclati.
La carta riciclata prodotta dal macero utilizza meno acqua ed energia rispetto alla produzione di carta da cellulosa vergine.
Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (es. frigoriferi, lavatrici, tv e monitor, piccoli elettrodomestici; sorgenti luminose) L'impianto procede alla messa in sicurezza e al recupero dei materiali riciclabili (oltre 80% dell'elettrodomestico). Quanto non avviato a riciclo procede a smaltimento.
Il 95% delle sorgenti luminose è recuperato.
Scarto vegetale Lo scarto dei giardini viene lavorato mediante triturazione e vagliato. La parte fine viene riciclata in fertile compost; quella "grossa" quale il legno viene inviato per recupero di energia in termovalorizzatori.
Scarti lignei Il legno viene recuperato con la produzione di un pannello truciolare ("ecologico" certificato). Vengono recuperate tutte le frazioni metalliche mentre le frazioni legnose non idonee alla produzione sono utilizzate per produrre energia in termovalorizzatori.
Oli minerali e Batterie auto L'impianto provvede allo stoccaggio e successivo invio ad impianti consorziati al COOU e COBAT per il recupero di oli esausti e delle batterie delle auto.
Oli vegetali Vengono recuperati per l'invio a impianti per la produzione di bio diesel o cogenerazione o oleochimica.
Rifiuti solidi urbani (sacco viola) Quanto non oggetto di raccolta differenziata, quanto quindi finisce nel sacco viola, viene inviato a termovalorizzazione con produzione di energia elettrica o termica.

  

Download pdf
Documento di politica aziendale pdf

 

 

ASPEM S.p.A. Villa Augusta - Via S.Giusto, 6  21100 VARESE  |  Codice fiscale e partita IVA 02480540125 - Credits